Ristorante Atman di Igles Corelli (Pescia, PT)




RIASSUNTO: crema di verdure invernali con gelato agli spinaci (genuini i sapori; ben congegnato il gioco di temperature); battuta di fassona Zivieri, con capperi e pane croccante alle erbe (materia prima eccellente; ogni elemento contribuisce nel suo piccolo a una perfetta armonia del gusto); lasagnetta croccante, con ragù di frattaglie del galletto di Valdarno e zabaione al parmigiano (incisiva fin dall'aroma; l'uovo nella sfoglia richiama i sentori del galletto in una piacevole ridondanza ipnotica; la crema sottostante ha un sapore inebriante, ma sapientemente bilanciato col resto del piatto); galletto del Valdarno ripieno di noci e salsa al marsala (gustoso, succulento; croccanti e fiere le verdure di contorno); millefoglie gratinato con crema alla vaniglia e caramello bruno (esteticamente sontuoso, ma dal gusto concreto ed equilibrato); ottimi i pani; carta dei vini onesta e interessante; personale simpatico e mediamente qualificato; ambiente elegante e personalizzato.

OPINIONE CONCLUSIVA: Come si identifica un vero maestro? Quando le sue creazioni danzano  sul sottile equlibrio di semplicità, raffinatezza e gusto. Inutile ogni artefazione o arabesco quando si è come Igles Corelli: conoscenza profonda delle materie prime, controllo sicuro delle tecniche di cucina dagli albori all'avanguardia e...presenza del caos dentro. Solo in tal modo, citando il filosofo Friedrich Nietzsche, si ha la possibilità di generare davvero una stella danzante.


INFO:
Via Roma, 4
51017 Pescia (Pistoia)
Tel. 0572 190 3678
Prezzo: 65 euro circa a persona


DSC_3154DSC_3163DSC_3174DSC_3192DSC_3225DSC_3237DSC_3252DSC_3263DSC_3242DSC_3144DSC_3146DSC_3266DSC_3185DSC_3190DSC_3254DSC_3255DSC_3256DSC_3264DSC_3142DSC_3285DSC_3280DSC_3272DSC_3277DSC_3152

Commenti

Post popolari in questo blog

Stefano Mazzone, il monzù trevigiano alla corte del Grand Hotel Quisisana di Capri

Mauro Uliassi, il nuovo 3 stelle Michelin italiano

Luigi Lionetti, lo chef dei Faraglioni che rivisita la tradizione caprese al ristorante Monzù