I dolci pasquali dei grandi maestri

Molino Caputo ha organizzato nella splendida Villa Caracciolo a Posillipo un'evento con alcuni tra i migliori pasticcieri campani, che hanno presentato i dolci di Pasqua fra tradizione e innovazione:


Gennaro Esposito e Daniele Bonzi della “Torre del Saracino” di Seiano: Uova di cioccolato accompagnato da cremoso di cioccolato con lavanda e cremoso di cioccolato bianco con fiori d'arancio.

Peppe Guida della “Antica Osteria di Nonna Rosa” di Vico Equense: Colomba al mandarino e Creme brûlée di pastiera.

Giuseppe Aversa de “Il Buco” di Sorrento: Frolla, grano e ricotta con freddo di Corbara
Fabio Ometo del ristorante “Donnanna” di Villa Caracciolo, Napoli: Soffice di pastiera napoletana su gelée di agrumi e Monoporzioni di pastiera scomposta.

Antonella Rossi del ristorante “Napoli Mia” di Napoli: Freddo di pastiera in biscotto di grano e Sfera di colomba con mandorle e arancio.

Sal De Riso: Soffiato di pastiera; Dolce a forma di uovo farcito con crema leggera classica napoletana e tutte le sue colombe: Amarena, Sottobosco, Mandorlata, Cremderì, Primavera, Stregata, Limoncello, Nuvola e l'ultima nata, Fiordaliso: preparata con burro di bufala, arance, limoni, mandarini della Costiera e glassa di nocciole.

Alfonso Pepe: Colomba Tradizionale, Colomba al Limoncello e Colomba al cioccolato fondente

Giuseppe Manilia: Monoporzioni di pastiera senza grano;  Tre cioccolati con profumi del Cilento

Sabatino Sirica: Monoporzioni di pastiera tradizionale

Stella Ricci:  Pastiera tradizionale; Antichi dolci pasquali del beneventano: Tarallo scaurato e Pizzi e Palummo.



Commenti

Post popolari in questo blog

Stefano Mazzone, il monzù trevigiano alla corte del Grand Hotel Quisisana di Capri

Mauro Uliassi, il nuovo 3 stelle Michelin italiano

Luigi Lionetti, lo chef dei Faraglioni che rivisita la tradizione caprese al ristorante Monzù