Cristoforo Trapani

Cristoforo Trapani è un giovane chef dal grande talento. Sarà un nuovo stellato? Ai posteri l'ardua sentenza; intanto il ragazzo ha solide basi fornite da maestri del calibro di Cannavacciuolo, Scabin, Cedroni e Beck...scusate se è poco! Aggiungete simpatia, verve creativa e avrete le coordinate di un futuro protagonista della ristorazione campana. Un plauso a Michele Izzo e la sua splendida famiglia, proprietari del ristorante Piazzetta Milù a Castellammare di Stabia, che hanno creduto nelle doti del virgulto e le valorizzano costantemente con grandi materie prime e un trattamento da figlio acquisito. Di seguito i piatti del nuovo menù che ho provato in anteprima e che consiglio di degustare per farsi un'idea chiara sulle capacità di Cristoforo; si parte da 45 euro per 6 portate più 20 per l'eventuale abbinamento col vino studiato da Emanuele Izzo, curatore della sala e Sommelier con la "S" maiuscola. Buon appetito!

Gamberi blu marinati al succo d'Ace, gelato al Foie Gras e spuma d'arancia.

Battuta di Fassona Piemontese con ostriche caviale e Champagne.

Cannolo di tonno rosso su salsa caprese.

Capasanta in crosta di pancetta, fave morbide e croccanti, manco e spuma di pecorino.

Uovo della nonna: tuorlo al tegamino, albume di mozzarella di bufala, ragù di cotiche e lingua, fonduta di parmigiano vacche rosse.

Omaggio a Cannavacciuolo: mescafrancesca con cicerchie e frutti di mare.

Raviolo ripieno d'agnello su fonduta di parmigiano vacche rosse, crumble al cioccolato fondente e sfoglie d'oro.

Anatra e verdure baby con topinambur e riduzione di Ratafià.

Cioccolato al latte, ricci di mare, arancia e manioca.

Cheesecake ai frutti tropicali con gelato al cioccolato bianco.


Commenti

Post popolari in questo blog

Stefano Mazzone, il monzù trevigiano alla corte del Grand Hotel Quisisana di Capri

Mauro Uliassi, il nuovo 3 stelle Michelin italiano

Luigi Lionetti, lo chef dei Faraglioni che rivisita la tradizione caprese al ristorante Monzù