I dolci delle feste dei grandi interpreti




Il Beluga Sky Bar dell' Hotel Romeo a Napoli ha ospitato una grande manifestazione dolciaria promossa dal Molino Caputo. Chef e Pasticcieri di altissimo profilo si sono cimentati nelle seguenti creazioni:

Alfonso Pepe - babà del Vesuvio bagnato con liquore all'arancia;

Sal De Riso - panettone con struffoli creato appositamente per questa occasione;

Rosanna Marziale (chef del ristorante Le Colonne a Caserta) - "falso gianduiotto” con birra artigianale e caffè;

Sabatino Sirica (presidente onorario dell'Associazione Pasticceri Napoletani) - classici mostaccioli, raffaioli, pasta reale e divino amore;

Antonino Maresca (ec chef patissier del ristorante Il Mosaico del Terme Manzi a Casamicciola) - roccocò rivisitato in veste di semifreddo con crema alle nocciole, sorbetto al mandarino e meringato al pisto;

Stella Ricci - cassata dorata e abete stilizzato e decorato con roselline al cioccolato;

Paolo Sacchetti (storico associato dell'Accademia Maestri Pasticceri Italiani) - Pesche di Prato;

Luigi Biasetto da Padova - panettone “Charlotte” al cioccolato e noci;

Salvatore Bianco (chef del ristorante “Il Comandante” nello stesso Hotel Romeo) - cremoso di gianduia, gelatina di cachi, stecche di cioccolato e sfoglia d’oro;

Pasquale Palamaro (chef del ristorante Indaco nel Regina Isabella di Lacco Ameno) - castagnaccio con ricotta di bufala e olio all’alloro;

Giuseppe Stanzione (chef del ristorante Le Trabe a Capaccio) - zeppoline fritte della tradizione napoletana accompagnate da budino di latte e miele e insalatina di fiori eduli;

Gennaro Esposito (chef del ristorante “La Torre del Saracino” a Vico Equense) - cassata reinventata.


Commenti

Post popolari in questo blog

Stefano Mazzone, il monzù trevigiano alla corte del Grand Hotel Quisisana di Capri

Mauro Uliassi, il nuovo 3 stelle Michelin italiano

Luigi Lionetti, lo chef dei Faraglioni che rivisita la tradizione caprese al ristorante Monzù