Ristorante Il Buco (Sorrento, NA)




Peppe Aversa è tra i pochi grandi ristoratori sopravvissuti all'ondata dei nuovi chef da talent show, che hanno trascinato il mestiere nel baratro fomentando un egocentrismo patologico da copertine patinate. Qui per fortuna è ancora diverso, l'epicentro è la cucina in se', l'accoglienza d'altri tempi, la qualità del servizio offerto agli avventori. Tanti chef hanno collaborato al progetto, a partire da Michele Deleo ora stellato al Rossellinis di Ravello, ma l'impronta è rimasta sempre la stessa e il timone saldamente in mano al Patron. L'ultimo cambiamento ha portato in cucina Ciro Pernalatorre e Antonino Stinga, che proseguono una strada tracciata da quasi vent'anni di attività. I piatti sono concreti, con qualche punta molto accattivante come il risotto alla burrata. La creatività c'è ma non viene spinta più di tanto, d'altronde parliamo del ristorante di riferimento a Sorrento e non c'è posto per azzardi ed estremismi. Una certezza insomma, per chi ama sentirsi a casa propria degustando piatti confortevoli e ben eseguiti. Nota di merito al sommelier Gaetano Staiano, affabile quanto competente.



MENU'

Composizione di polpo di scoglio e calamaro di lenza

Bufala su pomodoro all'origano, cannolo di ricotta e verdurine sott'olio

Carpaccio di bufalo marinato, con mozzarella in carrozza e fuso di blu di Bagnoli Irpino

Risso carnaroli con burrata, polpa di pomodoro San Marzano,e gambero rosso alle erbe spontanee

Linguine con scorfano al limone, salsa di bottarga e pomodoro secco

Dentice su finocchio gratinato al lime e purea di carote allo zenzero

Croccante di riso e mandorlecon cioccolato bianco, caffè e crema di mascarpone

Semifreddo al latte di mandorla su morbido di carota allo zenzero e salsa di finocchio al Pernod



INFO

2a Rampa Marina Piccola, 5 
80067 Sorrento 
Napoli 
Tel. 081 8782354 
Prezzo: 50 euro circa a persona 



Commenti

Post popolari in questo blog

Stefano Mazzone, il monzù trevigiano alla corte del Grand Hotel Quisisana di Capri

Mauro Uliassi, il nuovo 3 stelle Michelin italiano

Luigi Lionetti, lo chef dei Faraglioni che rivisita la tradizione caprese al ristorante Monzù