Radici (Napoli)

PRO : piatti molto elaborati quasi sempre indovinati :tra gli antipasti buono il filetto di pesce spada affumicato su salsa al pepe rosa con polpettine di patate e letto di misticanza;leggermente al di sotto le triglie rosse scottate con purea di fave e cicorietta ed il gateaux di pesce bandiera,fior di latte e scarola,comunque molto leggeri);strepitosi ,tra i primi,i raviolini ai friarielli ripieni di patate speziate su sughetto di vongole e friarielli ;meno innovativi i paccheri con ragù di totani e provola;tra i secondi interessante l' involtino di pesce spada in crosta di pistacchi con ripieno di scarole su crema di carote ,anche se leggermente secco;dolci di prim'ordine,su cui primeggia il bicchierino goloso d'autunno: mousse al cioccolato, crema di maroni, crumble alle mandorle e bavarese alla vaniglia,assolutamente straordinario ;gustosi i panini fatti col criscito;cantina interessante anche se non fornitissima(vedi i distillati),tuttavia di estrema onestà(specialmente rispetto la levatura del locale);location eccellente ;ambiente molto curato,elegante ma sobrio.

CONTRO : si nota un certo margine di miglioramento sia per uniformare la raffinatezza dei piatti(alcuni straordinari,altri più modesti),che per l' ampliamento dell' offerta di vini e distillati.

GIUDIZIO COMPLESSIVO : Il ristorante del cordialissimo Agostino è una bella realtà partenopea, specialmente se si scelgono i piatti più interessanti. Eliminando le portate meno accattivanti e limando i piccoli difetti già citati, le cose potrebbero ancora migliorare. Consigliato a tutti gli amanti della cucina raffinata ed elaborata, disposti a spendere qualcosa in più della media per crogiolarsi in un ambiente elitario.

INFO:
Via Riviera di Chiaia 168
Tel. 081 2481100
40 - 50 euro circa a persona(esclusi vini)

Commenti

Post popolari in questo blog

Mauro Uliassi, il nuovo 3 stelle Michelin italiano

Pasquale Palamaro, la passione per il mare e un’irrefrenabile fantasia s’incontrano al ristorante Indaco

Manuele Cattaruzza e la sua cucina di terra controcorrente nell’isola di Capri