Osteria da Giretiello (Ottaviano, NA)

PRO:buone le materie prime;riusciti,tra gli antipasti,la parmigiana (ottima preparazione classica), il peperone imbottito (con carne macinata), i polipetti in cassuola (nonostante non fossero veraci)e il carciofo arrostito;meno convincente il calamaro con funghi porcini(surgelati,ma colti dal patron);gustoso il ragù bianco,fatto con carne tritata,nocciole, mandorle e porcini;piacevole lo stoccafisso in bianco ,forse leggermente inferiore alle migliori proposte della zona,certamente sovrastato dalle eccellenti olive di contorno;ben bagnato il babà (banale,certo,ma trattasi sempre di osteria tipica!);pane fatto col criscito;ambiente rustico;cantina praticamente inesistente,con pochi vini (seppur ben prezzati)riuniti su due o tre mensole;personale molto cordiale ed educato (a partire dal Patron/pittore Ciro).

CONTRO: manca una selezione decente di vini e distillati;alcuni piatti non riuscitissimi,nonostante si pretendesse solo la tradizione più consolidata.

GIUDIZIO FINALE: Non posso dire di aver mangiato male, in questa storica osteria di Ottaviano, riaperta da poco e con molta passione dagli eredi di cotal "Giretiello", tuttavia le notevoli lacune riguardo vini e dettagli non mi permettono di collocarla nell'olimpo delle trattorie Campane. Consigliato agli amanti della cucina vesuviana senza troppe pretese.

INFO:
Corso Umberto I, 42
Ottaviano (Napoli)
Tel.081 - 8278285
Prezzo : 30/35 euro a persona(esclusi i vini)

Commenti

Post popolari in questo blog

Mauro Uliassi, il nuovo 3 stelle Michelin italiano

Pasquale Palamaro, la passione per il mare e un’irrefrenabile fantasia s’incontrano al ristorante Indaco

Manuele Cattaruzza e la sua cucina di terra controcorrente nell’isola di Capri