Ristorante Fenesta Verde (Giugliano, NA)

RIASSUNTO: sartù di riso (giustamente servito come antipasto, come vuole anche il nome d'origine francese; il sapore è carico ma ben bilanciato; il riso è al dente e le polpettine fritte gustose e non untuose); tagliatelle al tartufo (ho scelto quest'improvvisazione per via della disponibilità del fungo e il risultato è stato soddisfacente per merito del burro di qualità e di una cottura perfetta della pasta); baccalà fritto (preparato a dovere: croccante fuori, piacevolmente umido e consistente all'interno; precisa la salatura); agnello al camino (succulento e cotto appropriatamente sul camino, che oltre a donare un sapore tipico crea atmosfera ricordando le antiche cucine delle nonne); tortino di pasta frolla con crema e amarene (la pasta è friabile e saporita, la crema densa, ma le amarene un filo dolciastre); cannoli alla siciliana (molto godibili giacchè preparati con cura, ma eviterei il retrogusto di mandorla); sfiziose le porzioncine di danubio, ma il pane si può migliorare; cantina ristretta ma molto onesta; personale cortese e mediamente qualificato; ambiente e location storiche all'interno della chiesa principale di Giugliano.


OPINIONE CONCLUSIVA: uno dei pochi ristoranti in cui mi rifugio con piacere quando voglio riscoprire gli antichi sapori della cucina napoletana: dalla minestra maritata ai maccheroncelli lardiati, per finire con le braciole a ragù o gli struffoli minuti e ben conditi. L'atmosfera casalinga mette a proprio agio anche il cliente più stressato, mentre le sorelle Iodice ai fornelli non sbagliano un colpo da tempo immemore.


INFO:
Vico Sorbo, 1
Giugliano (Napoli)
081 8941239
35 - 40 euro a persona




Commenti

Post popolari in questo blog

Mauro Uliassi, il nuovo 3 stelle Michelin italiano

Pasquale Palamaro, la passione per il mare e un’irrefrenabile fantasia s’incontrano al ristorante Indaco

Manuele Cattaruzza e la sua cucina di terra controcorrente nell’isola di Capri