Ristorante Piazzetta Milù (Castellammare di Stabia, NA)




RIASSUNTO: gambero viola con gelatina di limone, tonno rosso con maionese di rapa rossa, scampo con pepe rosa (esteticamente la creazione è molto gradevole; le materie prime sono di qualità e trattate con tanto garbo); capesante con pancetta di maiale e crema di ceci (piatto molto carico, ma perfettamente equilibrato nei sapori); prosciutto di patanegra con 42 mesi di stagionatura (si scioglie in bocca con un retrogusto avvincente); battuta di fassona con salsa alla rucola, chips e aria di grana padano (delicatissima la carne, così come l'accompagnamento, che arricchisce il piatto in grassezza e acidità senza prevalere sul resto); uovo pochè su salsa al topinambur con tartufo bianco e parmigiano (intanto l'aroma è suadente, ma il risultato e pure meglio giacchè gli ingredienti di primissima scelta sono bilanciati con maestria); pasta cacio e pepe con gamberi crudi (la pasta ha una bella consistenza, ma il sugo di cacio e pepe è talmente forte e squisito da prevalere sui gamberi, che in questo caso risultano per lo più d'abbellimento); caramella di pasta all'uovo ripiena di stracotto di vitello con salsa al tuorlo, tartufo bianco e pistilli di zafferano (la sfoglia è sottile, ben stesa e contiene un ripieno talmente corposo da meritare una salsa meno densa per tamponarne l'impercettibile sensazione di secchezza; ad ogni modo il gusto è convincente); maialino da latte con cime di rapa , salsa di mela annurca e cannella (ben cotto e ingegnato: la salsa di mele amplifica il gusto, mentre i friarielli sono preparati in maniera assolutamente perfetta); sfera con crumble di cioccolato fondente e fior di sale, mousse di cioccolato bianco e tartufo bianco di Alba (un predessert d'altissimo livello; sfiziosa la possibilità di shakerare la sfera per amalgamare gli ingredienti; sapore pieno, completo e assolutamente delizioso); tiramisù (l'originale non figura tra i miei dolci preferiti, ma questa rivisitazione merita un plauso per la cremosità davvero golosa); carta dei vini curata e conveniente; ottimi i pani e i grissini; personale cordiale e mediamente qualificato; ambiente chic e spazioso; location centrale.


OPINIONE CONCLUSIVA: Cristoforo Trapani si rilancia alla grande da Piazzetta Milù, un ristorante di Castellammare già noto come braceria, che adesso punta proprio in alto. I presupposti ci sono tutti: la cucina raffinata del nostro talentuoso chef, già allievo di Cannavacciuolo, Scabin, Cedroni, Beck; una bella cantina piena di chicche interessanti; l'accoglienza elegante della famiglia Izzo, di cui il giovane Emanuele è sommelier dalle grandi capacità.


INFO:
Corso Alcide de Gasperi, 23
Castellammare di Stabia (Napoli)
Tel. 081 871 5779
Prezzo: 50 euro circa a persona


Commenti

  1. Grazie mille, Davide, per la tua visita! I tuoi consigli sono sempre preziosissimi e sai quanto siamo attenti alle tue "dritte": sei stato il primo a credere nell'unione tra Piazzetta Milù e Cristoforo Trapani. Faremo di tutto per confermare le alte aspettative che hai riposto in NOI!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Mauro Uliassi, il nuovo 3 stelle Michelin italiano

Pasquale Palamaro, la passione per il mare e un’irrefrenabile fantasia s’incontrano al ristorante Indaco

Manuele Cattaruzza e la sua cucina di terra controcorrente nell’isola di Capri