Ristorante Sartù (Napoli)

RIASSUNTO: polpette al sugo (secche, conservate in frigo prima del servizio; il sapore non spicca e manca l'aglio); sartù di riso su ragù napoletano (il riso è scotto; l'interno è secco e il ragù troppo tirato peggiora la situazione; si nota uno sgradevole saporastro di burro di scarsa qualità); zuppa di fagioli neri e scarola con calamari e crostini aromatizzati (calamari congelati.....ma stiamo scherzando?); filetto di manzo con funghi e riduzione d'aglianico (la carne è ben cotta, ma risulta un po'secca e dal sapore piuttosto blando; i porcini sono congelati e fuori stagione); mousse alla nocciola di Giffoni I.G.P. (gradevole e non dolciastro: le nocciole di qualità fanno la differenza; comprato all'esterno, dunque non ascrivibile allo Chef); ambiente piccolo e accogliente con buona musica di sottofondo.


OPINIONE CONCLUSIVA: i dessert forniti dalla pasticceria Ratto di Fratamaggiore sono interessanti, nonostante vengano abbattuti. Mi auguro che tutto il resto sia portato allo stesso livello quanto prima.


INFO:
Via S. Gennaro Al Vomero, 13
80100 Napoli
Telefono: 331 881 0666
Prezzo: 35 euro circa a persona


P.S.
se non vedete tutte le foto basta ricaricare la pagina.


Commenti

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Mauro Uliassi, il nuovo 3 stelle Michelin italiano

Pasquale Palamaro, la passione per il mare e un’irrefrenabile fantasia s’incontrano al ristorante Indaco

Manuele Cattaruzza e la sua cucina di terra controcorrente nell’isola di Capri