Una pizza per l'estate 2015

Il teatro è stata la pizzeria di Palazzo Petrucci, sita nella splendida Piazza San Domenico Maggiore a Napoli; qui otto pizzaioli, che diventeranno di certo famosi, hanno dato vita alla kermesse "Una pizza per l'estate" di Molino Caputo, portando alla luce altrettante creazioni d'arte bianca napoletana.

Michele Leo, il pizzaiolo di casa, ha proposto “Scapece al limone”, con acciughe, provola affumicata, cipollotto fresco, zucchine, alici sott'olio, menta e limoni. 

“Estate Riccia 2015” è stata l’interpretazione di Pasqualino Rossi, della Pizzeria Elite di Alvignano, con una farcitura di bufala affumicata, olive nere Caiazzane, alici di Cetara e scarola riccia a crudo.

Molto originale la versione “Fresella” elaborata dal giovane Ciro Oliva, della Pizzeria Oliva a Napoli; un omaggio alla tradizione pugliese con pomodorino datterino bio, tonno di Cetara, mozzarella di bufala e rucola. 

Da Palermo Ron Garofalo della Pizzeria Mistral ha portato la sua “Pizza Sicilia”, con dadolata di datterino di Sicilia e scalone di Cinisara stagionato.

“La Primizia” è stata la proposta dei fratelli Susta della Pizzeria Shekkinah di Volla: pomodorini gialli e friggitelli su fior di latte di Agerola.

Friggitelli e pomodorini, in questo caso datterini primizie di Sicilia, anche nella “Regno delle Due Sicilie” di Enzo Cacialli, della Pizzeria Don Ernesto di Napoli, ma con un’impronta completamente diversa, a dimostrazione di quanto sia importante il tocco personale del pizzaiolo nella creazione delle pizze.

Una “Margherita al Sanmarzano” con  pomodoro San Marzano DOP San Nicola dei Miri, Fiordilatte di Agerola, Pecorino romano DOP e Parmigiano Reggiano DOP 24 è stata l’interpretazione per l’estate 2015 di Luca e Gianni Castellano  della Pizzeria Pizzazzà di Napoli.

Dalla Pizzeria “Al Valico di Chiunzi” è arrivata la proposta della costiera amalfitana. Il pizzaiolo Vittorio Giordano ha farcito la sua “Tramonti d’Estate” con provola e tartufo estivo “Scorzone” dei Monti Lattari.

Infine Sal De Riso ha presentato BabàmiSU’, una sofficissima pasta babà al lievito naturale inzuppata al caffè espresso napoletano e crema al mascarpone.




Commenti

Post popolari in questo blog

Mauro Uliassi, il nuovo 3 stelle Michelin italiano

Pasquale Palamaro, la passione per il mare e un’irrefrenabile fantasia s’incontrano al ristorante Indaco

Manuele Cattaruzza e la sua cucina di terra controcorrente nell’isola di Capri