Ristorante Le Colonne (Caserta)




RIASSUNTO: ovomozzo: uovo in camicia cotto a roner, mozzato nella mozzarella di bufala campana dop servita con acqua di riso e acqua di pomodorini del piennolo (gradevole per sapore e consistenze, ma leggermente sbilanciato sulla morbidezza per uno scarso apporto d'acidità);  65° Laticauda: bocconcini di agnello cotti a bassa temperatura e serviti con salsa di patate grigliate (estremamente gustoso, scioglievole, ben accompagnato dalle verdure; peccato per la porzione un po'ridotta...); omaggio al Giappone: tonkatsu di maiale nero e mozzarella di bufala campana dop (molto porcelloso; la grassezza del suino prevale sul resto, ma il risultato è comunque interessante); polacca aversana: pasta sfoglia con crema gialla ed amarene (invero golosa, ma preferivo la versione più tradizionale senza l'aggiunta di banana); squisita la piccola pasticceria; carta di vini e distillati minuta e incompleta, ma discretamente onesta e piena di sorprese; personale cortese e qualificato; ambiente elegante.

OPINIONE CONCLUSIVA: brava Rosanna! La regina della mozzarella di bufala sta iniziando a ricevere i dovuti riconoscimenti nazionali per una creatività e uno stile del tutto personali, tesi a valorizzare i prodotti del territorio con preparazioni ardite ed intriganti. Qualche piatto può piacere meno di altri, ma volontà e capacità di far bene ci sono eccome.

INFO:
Viale Giulio Douhet, 7
81100 Caserta
Tel. 0823 256052
Prezzo: 50 euro circa a persona (esclusi vini)


DSC_1354DSC_1342 DSC_1355 DSC_1366 (2)DSC_1371 DSC_1382DSC_1375 DSC_1438 DSC_1444 DSC_1456 DSC_1453 DSC_1467 DSC_1485
DSC_1402

DSC_1414 DSC_1413 DSC_1417 DSC_1433 DSC_1436 DSC_1503 DSC_1535 DSC_1513

Commenti

Post popolari in questo blog

Stefano Mazzone, il monzù trevigiano alla corte del Grand Hotel Quisisana di Capri

Mauro Uliassi, il nuovo 3 stelle Michelin italiano

Luigi Lionetti, lo chef dei Faraglioni che rivisita la tradizione caprese al ristorante Monzù