Il Poeta Vesuviano (Torre del Greco, NA)




RIASSUNTO: millefoglie di bufala con peperoni, olio alle alici, scampi e capperi (i crostacei sono saporiti, così come i peperoni, che però tendono a prevalere sul latticino); frittelle i gamberi in pastella di alghe su tortino di scarole e olive in "acqua pazza" (purtroppo la panatura si stacca di netto, rovinando un piatto altresì gustoso); cappellacci con spigola e finocchi in guazzetto di vongole e broccoli (il ripieno è insapore, mentre le vongole risultano ben troppo sapide); tagliatelle con crostacei, papaccelle e gambero rosso sabbiato (la paste è al dente e ben equilibrata coi vari ingredienti, tutti funzionali); ricciola in guazzetto di cavolo, maruzzielli e finocchietto selvatico (il pesce è troppo cotto, ma i sapori sono gradevoli); semifreddo pralinato al caffè con crema al Talisker (troppo ghiacciato); piccola pasticceria eccellente; servizio da migliorare; carta dei vini molto modesta; l'ambiente, senz'altro accogliente, andrebbe rinfrescato al più presto.


OPINIONE CONCLUSIVA: aspettavamo da tempo un deciso salto di qualità dal simpatico Carmine Mazza, ma ancora una volta i difetti riscontrati nella precedente visita sono tutti al loro posto. Accanto a portate riuscite e gustose, ci sono piatti lacunosi o assemblati con troppa fretta. Perchè il nostro chef, che certamente ha delle qualità da mostrare, non mette un po'da parte il suo spirito gioviale e scanzonato provando a concentrarsi di più o a studiare un modus operandi che distilli il suo impegno in un risultato più completo? In attesa di cambiamenti, consoliamoci col rapporto qualità/prezzo comunque interessante.


INFO:
Viale Europa, 42
Torre del Greco (Napoli)
Tel. 081 8832673
Prezzo: 30 euro circa a persona


DSC_3651DSC_3654DSC_3668DSC_3680DSC_3682DSC_3699DSC_3724DSC_3639DSC_3653DSC_3727

Commenti

Post popolari in questo blog

Stefano Mazzone, il monzù trevigiano alla corte del Grand Hotel Quisisana di Capri

Mauro Uliassi, il nuovo 3 stelle Michelin italiano

Luigi Lionetti, lo chef dei Faraglioni che rivisita la tradizione caprese al ristorante Monzù