991 (Napoli)

Gigi Andriani ha fatto l'agente di commercio nel campo dell'abbigliamento per ben 20 anni; poi un giorno ha deciso che la strada da seguire sarebbe stata quella della soddisfazione personale e non del guadagno fine a se' stesso: dunque ha scelto il campo della ristorazione. Il primo tentativo è stato a Sarno, investendo tutti i contanti risparmiati in un progetto ambizioso. L'alluvione, purtroppo, ha tagliato ogni aspettativa e dopo alcuni mesi con la sola Protezione Civile a foraggiare le magre casse del locale, il nostro ha deciso di cambiare acque. Tornato a Napoli, sua città natale, non ha voluto mollare e con un prestito chiesto alle banche ha aperto un nuovo pub a Via Aniello Falcone 1, sperando che il numero civico potesse essere di buon augurio per iniziare un'esperienza finalmente gratificante. Audentes fortuna iuvat! Oggi festeggia i 6 anni di un’attività che gli ha permesso non solo di ripagare tutti i debiti, ma pure di ampliare il locale con una sala nuova di zecca. Il segreto del suo successo? Intanto la moglie Rita, che insieme al giovane staff cura i clienti con garbo, professionalità e un’accoglienza pressocchè casalinga. Poi ci sono le materie prime, tutte di pregio e comprate dai migliori fornitori, non solo per un pub/bistrot come il suo, ma anche per la media dei ristoranti cittadini di un certo livello. Sotto dunque col Blue Stilton, il lardo di Colonnata, il prosciutto Aretino, la finocchiona...farciture di classe per gli ottimi crostoni da arricchire con fior di latte di Agerola o pomodorini del piennolo dop. Dulcis in fundo c’è una buona scelta di carni alla griglia, che culmina con quella di bovino Iberico con 30 mesi d’età e allevamento allo stato brado. Non è impossibile proporre ristorazione importante in Campania; basta scegliere la via della qualità e della trasparenza tout court.


INFO:
Via Aniello Falcone 1,
80100 Napoli
Tel. 081 1956 6081


Commenti

Post popolari in questo blog

Mauro Uliassi, il nuovo 3 stelle Michelin italiano

Pasquale Palamaro, la passione per il mare e un’irrefrenabile fantasia s’incontrano al ristorante Indaco

Manuele Cattaruzza e la sua cucina di terra controcorrente nell’isola di Capri