Gennaro Esposito, Gino Sorbillo, i panettoni e il baccalà




Col Natale alla porte i grandi pasticcieri s'industriano a creare il miracolo d'arte bianca che chiamiamo panettone. Ieri sera, al Grand Hotel Parker's, abbiamo assaggiato quello di Alfonso Pepe, tra i primi in Italia e superiore alla gran parte dei milanesi. Gennaro Esposito, chef della Torre del Saracino, ci ha poi mostrato alcuni pani fatti sempre con la farina Caputo: taluni conditi con baccalà mantecato, talaltri con ricotta e miele. Salvatore la Ragione e Vittoria Aiello, dello stesso ristorante, contribuivano a preparazioni e spiegazioni, mentre Gino Sorbillo offriva i suoi biscotti e Vincenzo Pagano moderava capace. Il pubblico numeroso ha di certo gradito compatto; prova ne sia lo spalancar di fauci ed occhi per ben due ore!


DSC_2184 DSC_2143 DSC_2144 DSC_2145 DSC_2147 DSC_2153 DSC_2159 DSC_2170 DSC_2171DSC_2046 DSC_2050 DSC_2057 DSC_2083 DSC_2084 DSC_2090 DSC_2109 DSC_2135 DSC_2138 DSC_2118 DSC_2072 DSC_2059 DSC_2177 DSC_2190

Commenti

  1. Grazie per la partecipazione e grazie per il capace. Alla prossima.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Stefano Mazzone, il monzù trevigiano alla corte del Grand Hotel Quisisana di Capri

Mauro Uliassi, il nuovo 3 stelle Michelin italiano

Luigi Lionetti, lo chef dei Faraglioni che rivisita la tradizione caprese al ristorante Monzù